Scopre nel campo statuetta celtica che curava il “disagio maschile”. L’oggetto va all’asta. I proventi saranno divisi

Il reperto viene alla luce a un profondità di circa 10 centimetri. Lo sguardo dell'uomo è rivolto verso l'alto, come se chiedesse grazie alla divinità

Bob Jemmett, un autista di mezzi pesanti in pensione e appassionato di metal detecting, fu molto sorpreso quando scoprì una interessante figura di fertilità di un maschio nudo, durante un raduno organizzato nel Sud del Cambridgeshire. La figura, che misura 37 mm x 10 mm, è stata soprannominata ‘Nobby’ e sarà inclusa in una vendita di Monete Antiche e Antichità presso Noonans Mayfair giovedì 20 giugno 2024, alle 10. Si stima che possa raggiungere un valore fino a £ 1,500. – 1776 euro -.

Come ricorda Bob, “era il 12 settembre quando stavo cercando con il mio metal detector in un campo arato a Little Chishill, vicino a Royston, nel Sud del Cambridgeshire, durante un raduno organizzato. Il tempo era pessimo con la pioggia che cadeva a dirotto, ma ho perseverato e ho ricevuto un bellissimo segnale dal mio rilevatore Minelab 3030.”

“Scavando per quattro pollici – una decina di centimetri, ndr – ho scoperto una piccola figura in bronzo di un maschio nudo che presenta un’erezione prominente. E’ simile al Gigante di Cerne Abbas scolpito su una collina nel Dorset. La figura è stata identificata come una figura di fertilità celtica e pubblicata dal Portable Antiquities Scheme, e successivamente utilizzata come logo dagli organizzatori del raduno nelle loro promozioni. Di conseguenza, i cercatori di metalli di tutta Europa ai raduni mi chiedevano se potevano vedere ‘Nobby’, che tengo sempre in tasca come compagno fedele”

Bob, che ha 75 anni e che vive a Manningtree, Essex, ha praticato il metal detecting per quasi 30 anni ed è sposato. Ha due figlie e otto nipoti. Dopo un recente furto in casa sua, ha deciso che è il momento di lasciar andare ‘Nobby’. Ha intenzione di spendere i soldi per miglioramenti alla casa.

Come ha spiegato Nigel Mills, esperto di oggetti antichi e monete presso Noonans: “Questa figura unica risale al I secolo a.C., ha una testa calva sovradimensionata con profonde cavità per gli occhi, cunei per le braccia e gambe corte. C’è un anello dietro per la sospensione.”

Più che una divinità, l’uomo pare un orante che, occhi al cielo, ottiene la massima virilità. E’ probabile che esso sia un ex voto per una grazia ricevuta. Ma non è escluso, considerata la presenza di un’asola metallica, che l’oggettino fosse indossato con finalità magiche, collegate al massimo esercizio della virilità, della forza e della fertilità. Secondo la legge britannica, i proventi del ritrovamento di oggetti antichi vengono divisi tra il cercatore e il proprietario del terreno.

Condividi l'articolo su:
Redazione
Redazione