Redazione

Redazione

Quanto valgono i quadri di Emilio Vedova. La sua storia

Giovanissimo, nel 1942, aderisce al movimento antinovecentista “Corrente”. Antifascista, partecipa tra il 1944 e il 1945 alla Resistenza e nel 1946, a Milano, è tra i firmatari del manifesto “Oltre Guernica”. Nello stesso anno a Venezia è tra i fondatori della “Nuova Secessione Italiana” poi “Fronte Nuovo delle Arti”. Qui gratis le quotazioni e i risultati d'asta dei quadri di Emilio Vedova

Ottocento veneto

Dagli albori del neoclassicismo accademico, alle istanze sul vero, sino alle prime tematiche simboliste. Un volume Electa indaga le specificità della pittura del XIX secolo a Venezia e dintorni

Perugino segreto

Recentissime scoperte sconfessano Giorgio Vasari, che accusava il Vannucci di reiterazione dei soggetti mediante ricalco dei modelli. Nuove indagini spettrografiche rivelano invece ansie e ripensamenti del maestro rinascimental

Piramidi nel piatto

E' il turno di un dessert, ispirato ad un’importante scultura di Paola Marchesi, una “Piramide”, appunto, “guernita” di frammenti policromi e secata al vertice da un tondo di vetro. Una di quelle opere per cui un critico affermò di aver pensato “al miracolo dell’acquisizione dell’equilibrio, della sicurezza dell’approdo.

Storie della vera Carne

Il realismo in pittura come necessità applicativa del pensiero teologico sull'umanità di Gesù. Il suo corpo autentico modificò l'atteggiamento degli artisti, plasmando la forma mentis dell'Occidente. A partire dal Bambino

Un chicco di luce e sentimento

Gualtiero Marchesi ce l’ha con chi arzigogola con il riso. Chi lo utilizza - ve ne sono casi anche recenti, pensiamo a certe campagne pubblicitarie - per improbabili, ridondanti architetture barocche.

Mostre in Italia – Sempre aggiornato

PUOI RICEVERE GRATUITAMENTE, OGNI GIORNO, I NOSTRI SAGGI E I NOSTRI ARTICOLI D’ARTE SULLA TUA HOME DI FACEBOOK. BASTA CLICCARE “MI PIACE”, SUBITO QUI A DESTRA. STILE ARTE E’ UN QUOTIDIANO , OGGI ON LINE, FONDATO NEL 1995 CLICCANDO QUI…

Wesselmann, dolcissimi rigori

Gli influssi dell’arte europea, nella sapiente fusione tra le sinuosità di Matisse e le strutture di Mondrian. La lezione di De Kooning. Le tensioni verso l’astrazione. Il maestro americano si racconta a Stile. E a sorpresa rifiuta l’etichetta di artista pop: “Un’invenzione dei critici”