Iconologia

Filosofo, sei uno straccione. La nobile povertà di chi pensa

In un gioco ambiguo, i pittori del Seicento rappresentarono i pensatori in una dimensione dimessa che sfiorava la più nera povertà. Così nasceva l’intellettuale moderno: disprezzato e deriso per la sua incapacità di produrre ricchezza e potere. Ma da quegli stracci usciva anche la vittoria sul mondo
Leggi tutto Filosofo, sei uno straccione. La nobile povertà di chi pensa

Caravaggio, i simboli e il mito

“E’ il suo essere sommo, eccelso eppure raro che fa del Merisi una figura particolare” osserva Claudio Strinati “Anche la fama, peraltro immeritata, di sciagurato e mascalzone ha contribuito, ma al di là dello stereotipo erompono la genialità ed una grandezza universalmente riconosciuta” - La tesi di un secentesco “Rinascimento romano”, internazionale ed influenzato dalla scienza - A Palazzo Venezia una mostra ricca di capolavori.
Leggi tutto Caravaggio, i simboli e il mito

Tra Cristo e Giuda spunta un pellicano, simbolo d'amore materno e Carità

Il pellicano è da sempre raffigurato come simbolo di Gesù e della Passione. Questo uccello, infatti, si lacera il petto con il becco, in modo da prelevare dal sacco golare il cibo per la prole. Un gesto di amore e devozione assoluta, che rimanda al sacrificio di Cristo...
Leggi tutto Tra Cristo e Giuda spunta un pellicano, simbolo d'amore materno e Carità