Press "Enter" to skip to content

Posts published in “News”

Durante gli scavi per la strada è riemerso acquedotto romano della Val Trompia. Sarà “fatto a fette” e spostato

Tra le più importanti opere pubbliche realizzate in età augustea nell'ambito del riassetto urbano di Brescia, si colloca l'acquedotto romano che attraversava la Valtrompia e che, con un percorso sotterraneo di 20 km, arrivava in città garantendo l'approvvigionamento idrico. Un'opera sovradimensionata rispetto alle esigenze, per dimostrare l'importanza dello stato e i benefici della pace

Scoperti con l’uso di una video-camera durante lavori di ristrutturazione a Tarquinia misteriosi ambienti segreti

Dopo una ripresa con una telecamera, una prima esplorazione degli ambienti sottostanti è stata effettuata dagli archeo-speleologi dell'associazione A.S.S.O. (Archeologia Subacquea Speleologia Organizzazione), nell'ambito di un accordo di collaborazione con la Soprintendenza

Le stilettate di Zana. Con Munch. Chi urla non sempre ha ragione

Vivono sul grido delle minoranze e vendono se alzano il volume dei meno garantiti. Almeno così, fino a qualche tempo fa, non saprei dire, quale tempo: ricomincio da 1968 in cui non tutto il mondo giovanile, piuttosto la minoranza apparsa in televisione e sui media in generale obbligò a riforme derivanti dal concetto che l'economia é una variabile indipendente, le convergenze sono parallele, gli opposti diventano amici. Mancò ordine e coraggio e ci trascinammo fino a qui, dall'Italia agli Stati Uniti, dalla Germania alla Francia. Chi grida di più, impone

Pompei, tutte le immagini della scoperta delle ultime ore. Gli oggetti e i mobili della casa

Piatti, vasi, anfore, oggetti in vetro e terracotta lasciati in bauli e armadi, abbandonati frettolosamente durante la catastrofe e recuperati oggi con gli strumenti dello scavo stratigrafico. Ma anche oggetti meno documentati come un prezioso bruciaprofumi decorato, e il gruppo unico di sette tavolette cerate raccolte da un cordino, di cui è stato possibile realizzare un calco.

Scoperti ora 12 corpi di soldati austriaci del ’15-’18 al Tonale, grazie a un diario dell’epoca. Il filmato

Lo scavo compiuto da archeologi . I corpi erano disposti in posizioni diverse e molto irregolari, in connessione con i resti scheletrici sono stati rinvenuti elementi dell’equipaggiamento personale, fra cui ramponi, scarponi, custodie di maschere antigas, strumenti e altri oggetti. Tra questi tre contenitori in lamina nei quali erano conservati i fogli matricolari cartacei: purtroppo le loro condizioni lasciano poche speranze che si possa risalire all’identità dei caduti. I dati finora acquisiti indicano senza ombra di dubbio l’appartenenza dei soldati all’esercito austro-ungarico.

Nuotare lievi come angeli sulle misteriose vestigia del Gran Carro di Bolsena. L’iniziativa, la storia del luogo

Grande successo di pubblico per la seconda apertura straordinaria al Gran Carro di Bolsena - in provincia di Viterbo - che ha permesso a più di 40 visitatori di potersi immergere nelle calde acque estive del lago e osservare, anche in apnea, i reperti conservati nella Aiola, oggetto delle ricerche da parte del Servizio di Archeologia Subacquea della Soprintendenza.

Armadio delle stoviglie, tavola apparecchiata, fascio di documenti. Nuova eccezionale scoperta a Pompei

Le stanze e le suppellettili trovate indicano un'abitazione della classe media dell'epoca, che mostra una discrepanza. Stanza di non particolare ricchezza -. probabilmente padronali, collegate a una struttura come l'area del larari di grande importanza. Un'apparente incongruenza che potrà esse spiegata con ulteriori ricerche